Archivio

Posts Tagged ‘illusione’

La libertà e l’illusione esistente di Shanti May

6 Ottobre 2010 Nessun commento

Cominciamo con un’affermazione del grande maestro Chan e Patriarca Zen Huang Po. Dice: “così tutto l’universo visibile è il Budda; così sono tutti i suoni; tenete fermamente un solo principio e tutti gli altri saranno identici. Vedendo una sola cosa, vedrete TUTTO. Percependo la mente di un solo individuo, percepirete TUTTA la mente. Entrate in una sola via e TUTTE le vie saranno abbracciate dalla vostra visione, perché nessun luogo è privo della via. Quando il vostro sguardo si ferma su un granello di polvere, ciò che vedete è identico a tutti i vasti sistemi del mondo, alla forza maestosa dei loro fiumi e delle loro colline.

Categorie:Shanti Mayi Tag:

Illusione e realtà vie del buddismo e dello shivaismo chachmiriano… di Evan Mirzayantz

6 Ottobre 2010 Nessun commento

Diciamo subito che buddismo e shivaismo del Kashmir condividono un comune aspetto essenziale: le tradizioni si trasmettono esclusivamente da maestro a discepolo. Perché questo? I maestri risponderebbero che ciò che è trasmesso non è integralmente esprimibile in parole, che i testi più sacri non sono sufficienti a indicare la via, che la presenza di un maestro è indispensabile.

Categorie:Mirzayantz Evan Tag:

Il principio di Maya e la coscienza di Robert Powell

18 Settembre 2010 Nessun commento

Una delle nostre cattive abitudini è prendere il mondo troppo sul serio, il mondo in senso fisico e psicologico. Consideriamo le cose, gli oggetti e le persone come assolutamente reali. Ma, quando esaminiamo questi fenomeni, constatiamo che sono effimeri, sono solo delle apparenze. E una semplice apparenza non può in nessun modo essere assimilata al Reale, all’Eterno; perché, se è presente ora, non lo sarà domani. Chiamerei questa verità il principio della Maya, la nostra tendenza a sbagliarci, a confondere sempre la corda col serpente.

Categorie:Powell Robert Tag:

Il Reale è inconoscibile. Il Conosciuto è irreale di Robert Powell

17 Settembre 2010 Nessun commento

Una delle nostre maggiori difficoltà viene dalla percezione sensoriale e dalla sua tendenza a produrre errori di percezione. Perché ciò che percepiamo non è infatti ciò che è.
Bisogna comprendere bene che ciò che è è solo ciò che è e non può essere descritto. Si può solo fare riferimento. Quindi, noi dobbiamo sempre porre attenzione alla mente che si pone totalmente nel campo dell’ignoranza.

Categorie:Powell Robert Tag:

Il mito del controllo di sè seconda parte di Albert Low.

4 Settembre 2010 Nessun commento

3ème Millenarie n. 65 – Traduzione di Luciana Scalabrini – seconda parte Il ruolo della sofferenza. Questa può continuare a lungo. Dopodiché vedrò la situazione: o sopporterò uno stress indicibile per la mole di lavoro impossibile di cui dovrò caricarmi, o mi ritirerò completamente nell’immaginazione fino a diventare pazzo. Allora, per stabilizzare la situazione cominciamo […]

Categorie:Low Albert Tag:

Il mito del controllo di sè prima parte di Albert Low.

4 Settembre 2010 Nessun commento

Albert Low è direttore del centro Zen di Montréal; è autore di diverse pubblicazioni apparse anche sulla rivista 3ème millénaire.

Categorie:Low Albert Tag: